Sezione carceraria

Ambiti di azione L’istituzionalizzazione dell’attività di istruzione carceraria in Sezione carceraria di IIS Giulio avvenuta per l’a.s. 2017-18, grazie al riconoscimento dell’USR e della Città metropolitana,ne ha modificato l’attività, nel senso cheda quest’anno l’Istituto Giulio opera direttamente nelle classi in organico, con docenti nominati da USR e dal Dirigente scolastico Giulia Abbio, mentre nelle altre classi non in organico l’Istituto si avvale dell’opera di Studiare vale la pena, che agisce sia trasversalmente per coprire volontariamente le esigenze temporanee di docenze, fra cui quelle di attesa di nomina dall’Ufficio scolastico regionale o direttamente dal Dirigente scolastico, sia per gestire l’istruzione secondaria superiore delle suddette 3 classi non in organico. Ma l’attività di “Studiare vale la pena” rimane comunque nell’ambito della nuova Sezione carceraria di IIS Giulio,attiva dall’a.s. 2017-18 ed è compresa in essa; inoltre l’attività di “Studiare vale la pena” rimane monitorata nell’ambito della “Commissione carcere” di istituzione 2017-18.

Resta comunque per l’istruzione carceraria gestita da IIS Giulio, come obiettivo il soddisfacimento dei bisogni emergenti cui il Progetto nella sua attività decennale ha sempre cercato di soddisfare, che naturalmente ora condivide con la sezione stessa di IIS Giulio:

  • Bisogno di Istruzione secondaria superiore a detenuti ristretti presso la C.C. “Lorusso e Cutugno” di Torino e ad Agenti di Polizia penitenziaria ivi operanti, ai sensi della normativa penitenziaria (L. 354/75, Regolamento di esecuzione 1976, DPR 230/2000), attraverso un’offerta formativa intra moenia di istruzione secondaria delineata sui curricoli istituzionali dell’ordinamento ministeriale indirizzo “Servizi sociosanitari”, operante ai sensi dell’art. 41 c. 5 DPR 230/00), fornita da docenti provenienti da fonti scolastiche, e non scolastiche in modo libero e gratuito, fino all’esame di Stato conclusivo del 2° ciclo di istruzione secondaria ottenuto da una sezione statale di scuola carceraria. Ai sensi dell’Intesa del 20/11/2013 fra C.C. “Lorusso e Cutugno”, IIS Giulio e altri 18 partner istituzionali e della più generale intesa Ministero di Giustizia-Miur del 23 ottobre 2012, nonché di altre accordi o fonti normative fra cui la CM 43/2009 sulla formazione lungo l’arco della vita, la Raccomandazione del Comitato del Consiglio dei ministri dell’Unione europea agli Stati membri dell’11 maggio 2010 e in considerazione degli obiettivi di “Europa 2020”.
  • Promozione del diritto allo studio e della formazione scolastica e prof • essionale nell’ambito del lifelonglearning degli Agenti di Polizia penitenziaria direttamente in Caserma, dunque intra moenia, con un’offerta formativa dedicata a cui partecipano come docenti anche gli alti funzionari della Casa circondariale stessa, prima esperienza in Italia, che prevede il riconoscimento di crediti formativi, in osservanza della normativa vigente sulla valorizzazione del patrimonio personale culturale, professionale e scolastico.
  • Orari settimanali: L’orario settimanale delle lezioni delle classi in organico segue il curricolo ministeriale comprendente tutte le discipline dell’indirizzo “servizi socio sanitari”, con ore di 50’; per le due classi di Agenti di Polizia, si è ottenuta il 1° settembre 2017 con delibera unanime del Collegio docenti la curvatura del curricolo in senso “criminologico-relazionale”, con due materie aggiunte: Diritto penale, compresa in Diritto ed economia, gestita dal Comandante della Casa circondariale, e Psicologia criminale, gestita da una psicologa criminale della Casa circondariale. Per le classi non in organico si segue pure il curricolo ministeriale e l’attività scolastica si svolge pure secondo la prassi della didattica degli istituti secondari superiori.
  • Organi collegiali: Sia le classi in organico sia le classi non in organico tengono regolari Consigli di classe, Dipartimenti disciplinari, scrutini quadrimestrali e finali, e così via; la sezione carceraria è dotata di tutti gli organi collegiali previsti dalla normativa necessari per l’attività scolastica, a partire dal Collegio docenti di sezione carceraria.
  • Organi dedicati: la sezione carceraria si avvale di: un Coordinatore della sezione carceraria una Commissione carcere una Commissione orientamento e valutazione crediti una Commissione orario carcere un Dipartimento criminologico, costituitosi dall’a.s. 2016-17, con la partecipazione del Comandante delle Forze di Polizia, coadiuvato dalla Vice-comandante, della Garante comunale, della Psicologa criminale, di un Giudice di pace e di altri tecnici e docenti specialisti una progettualità dedicata esclusivamente alle classi non in organico: il Progetto decennale “Studiare vale la pena”.

Altri bisogni emergenti:

  • Contributo offerto alla persona ristretta a un percorso completo di recupero tendente al miglioramento del proprio profilo rieducativo e all’apertura della sua possibilità di ottenimento di benefici che allevino la condizione di restrizione e promuovano il suo pieno recupero personale, umano e sociale, in collaborazione con gli Educatori della C.C.
  • Promozione dell’incontro fra umanità segnate nella loro vita e soggetti coinvolti nella loro rinascita e rinnovamento interiore, in vista del ritorno riconciliato nella società.
  • Apertura della possibilità della continuità didattica diretta extra moenia presso I.I.S. Giulio per detenuti studenti che possano beneficiare dei requisiti ex art. 21 l. 354/75 attraverso l’istituto della esecuzione esterna della pena.
  • Promozione del benessere complessivo nella Casa circondariale nel miglioramento della serenità complessiva, delle relazioni umane Agente-detenuto, della coscienza di sé e della situazione contingente, per una vita carceraria vissuta nella consapevolezza, nella crescita umana, nella limitazione delle emergenze e del rischio di burn out, nel rapporto fra Agente di sorveglianza e detenuto.
  • Intervento come docenti di importanti docenti tecnici (Comandante e Vicecomandante, Garante comunale e regionale, Docenti esterni come “Visiting professor” del Dipartimento criminologico creato ad hoc, a fianco dei docenti stabili delle Classi Agenti
  • Implementazione di attività scolastica volontaria in loco da parte di docenti di SPI Auser, di IIS Giulio, di docenti esterni e docenti della C.C. Lorusso e Cutugno, con la delineazione – per le classi non in organico – di classi, cattedre, orari settimanali comprendenti le materie del curricolo ordinamentale dell’indirizzo “Servizi socio-sanitari”, programmi di studio aderenti alle Linee guida del Miur, consigli di classe, scrutini, pagelle di fine a.s., fino all’esame di Stato.
  • Sinergia attiva nel territorio con i partner di Studiare vale la pena: la Direzione della C.C., il Comando delle Forze di Polizia, soggetti e istituzioni dedicate come i Garanti comunali e regionali delle persone private della libertà, Educatori, Agenti di sorveglianza e custodia, Assistenti sociali, il CPIA 1, SPI Cgil Auser, il Cottolengo, partner dell’accordo progettuale, Formatori operanti intra ed extra moenia, Tribunali, Legali rappresentanti delle persone detenute, Enti finanziatori, Stampa.
  • Diritto allo studio e diritto alla speranza: Promozione in conclusione del diritto allo studio intra moenia per persone in condizioni di grave svantaggio e del loro diritto alla speranza, come scrive la Garante Monica C. Gallo, in condivisione con le forze educative e trattamentali, per un rinserimento riconciliato del detenuto in un contesto sociale idoneo in un futuro a fine pena, ai sensi della Costituzione (art. 27): un contributo offerto alla persona ristretta per un percorso completo di recupero tendente al miglioramento del proprio profilo rieducativo; ma anche all’apertura della sua possibilità di ottenimento di benefici che allevino la condizione di restrizione e promuovano il suo pieno recupero personale e sociale.
  • “Come una scuola”: Implementazione, a fianco dei docenti MIUR, di un’attività scolastica volontaria per le classi non in organico da parte di docenti di SPI Auser, di IIS Giulio, di docenti esterni e docenti della C.C. Lorusso e Cutugno, per la operatività di classi anche non in organico ma destinate a divenire tali, di orari settimanali comprendenti le varie materie del curricolo ordinamentale dell’indirizzo “Servizi socio-sanitari”, di programmi di studio aderenti alle Linee guida del Miur, consigli di classe, scrutini, pagelle di fine anno scolastico, dipartimenti, e così via, fino all’esame di Stato.